sabato 15 ottobre 2016

Vi presento Corrado e Matilda

Quest’estate, mentre correggevo compulsivamente Il titolista di Bassano per l’imminente pubblicazione, mi sono presa una pausa dalla scrittura e solo nel mese di agosto ho ripreso il mio rituale notturno davanti allo schermo del computer.

In quelle settimane è nata la prima bozza de La mia signora, una novella storica ambientata nell’Italia settentrionale del XII secolo. E siccome i nomi strani sono diventati ormai la mia firma, ho deciso di ambientare le vicende in luoghi immaginari ma realistici che ho chiamato Golaspaccata e Roccafiorina. Deliziosi, vero?

Come vi avevo già anticipato nel post precedente, questa novella avrà come protagonisti Corrado, un cavaliere, e Matilda, una giovane nobildonna. Contro sogni e aspettative di entrambi (lei che rimpiange la propria stanza e la propria casa, lui che desidera una dama da sognare), si incontrano per la prima volta il giorno del loro matrimonio e, be’, da lì comincia il racconto. E la primissima scena che ho immaginato – piccola Karen maliziosa! – è stata proprio la loro notte di nozze, ancora più “sanguinosa” e appassionata rispetto alle scene a cui ci hanno abituato Valentina e Won-ho.

La mia signora è il mio primo esperimento ufficiale nella narrativa storica. Anche se mi muovo ancora all’interno del romance, e le scene d’amore non mancheranno di certo, ho cercato di restituire un ritratto realistico dell’epoca che ho scelto, soprattutto attraverso ambienti e suggestioni e piccoli dettagli. E se dovesse piacervi e andare bene, chissà, forse l’immaginaria Italia del XII potrebbe anche tornare...


Domani uscirà un’anteprima per il blog Le tazzine di Yoko, con un lungo estratto dal primo capitolo, nel frattempo potete acquistare la novella in prevendita su Amazon al prezzo speciale di 0,99 €.